Host+Host lancia una raccolta fondi per finanziare il ricorso al TAR del Lazio

PREMESSA: Host+Host, in rappresentanza delle associazioni degli host non imprenditoriali, ha deciso di procedere contro l’ingiusta normativa (FAQ del Ministero delle Finanze del 4 dicembre 2020) che esclude dall’esenzione IMU i proprietari di case che fanno locazioneospitano in forma non imprenditoriale, dopo averli esclusi nella legge n. 34 del 19 maggio 2020.

AZIONE: Host+Host non potendo finanziare il servizio di uno studio di avvocati per proporre il ricorso (costo da 5 a 25 mila euro e più, in base al tipo di azione realizzata) per ricorrere alla giustizia amministrativa e fiscale e per far conoscere questa azione al maggior numero di persone e associazioni vicine, lancia una campagna crowdfunding (CF) per raccogliere i fondi necessari a finanziare l’iniziativa.

ATTIVITA’ DI PROMOZIONE:

  • L’iniziativa verrà proposta alle associazioni dlel network Host+Host e al gruppo GAE - Gruppo Associazioni Extralberghiere - per raccogliere adesioni e supporto al CF, e quindi a oltre 50 associazioni dell’ospitalità domestica (Home sharing)
  • All’interno delle singole associazioni aderenti di GAE
  • Sui social network
  • Con un comunicato stampa inviato alle redazioni ed agenzie di stampa

PIATTAFORMA: le informazioni raccolte sono quelle di produzionidalbasso.it (PDB). La formula scelta è “raccogli tutto”, che permette di venire in possesso delle donazioni anche se non si è raggiunto l’obiettivo alla scadenza.

E’ prevista una ricompensa che è la citazione del nome del donatore in una lista “supporter” che pubblicheremo sul sito di Host+Host.

DURATA CAMPAGNA:  9 febbraio- 30 aprile

OBIETTIVO RACCOLTA : 30.000 EURO